ULTIMI GOSSIP & NEWS

Jessica Simpson prosperosa e ‘strabordante’ come non mai!

Cosa succede a Jessica Simpson?? Questo abbiamo pensato nel vedere le ultime immagini che la ritraggono ieri mentre era in giro per shopping a Los Angeles e con uno dei suoi look attillati! Forse avrà pure trovato pace con se stessa e il suo corpo come ha dichiarato di recente ad un tabloid americano dicendo “We all obsess over looking like the perfect Barbie type, and that’s not always what’s beautiful,” … “It’s about making peace with yourself.” ma ci sembra un tantino più prosperosa e ‘strabordante’ del solito!

La star non appare solo tondetta e con qualche chilo di più, ma visibilmente gonfia in volto, nel giro vita e persino sulle braccia, uniche a salvarsi sono le sue belle gambe mortificate con trampoli vertiginosi color carne indossati con l’abitino strizzato rosso.

Giudicate voi stessi e diteci cosa ne pensate del suo aspetto, per il quale al primo scatto ci ha persino ricordato un’altra florida, Mariah Carey, ma di lei si dice che sia incinta! E la Simpson? Avrà solo smesso di fare diete ferree e sedute estenuanti in palestra o come sussurra qualcuno – e per l’ennesima volta –  ha qualche ‘sorpresa’ in serbo?

fonte| Radaronline

38 Commenti su Jessica Simpson prosperosa e ‘strabordante’ come non mai!

  1. Aiuto…quel vestito sta per esplodere…
    Ma mi chiedo..con tutti i soldi che ha non poteva mettere o comprare un’altro vestito? :-O

  2. ……………………………………….@ Melania:

  3. @ Melania:
    Hai*, veridicità*.

  4. è bella cicciottina ma non starebbe male con un’altra mise! (Y)

  5. @ fairy87:
    Oh mio Dio, allora correggo visto che fingi di non comprendere l’accezione che ho attribuito al termine. In Toscana, regione che mi ha dato i natali, si utilizza il termine “dislessico” non in maniera scientifica, ma per sottolineare la scarsa proprietà di linguaggio di una persona. Intesi? Io non attacco nessuno, ma sono partcolarmente intollerante verso l’ignoranza; è l’unica forma di razzismo che mi concedo. Tu mi ha dato l’impressione di una persona ignorante, da intendersi come persona che non conosce il problema, e questo mi ha creato non poco fastidio. Il fatto poi che tenti di provare la veidicità dei tuoi studi con una frase in tedesco è davvero imbarazzante, mi fai tenerezza, per non dire pena. Se davvero i laureati di oggi scrivono con la k, e a colpi di “nn”, “cmq”, c’è da avere timore. Comunque chiudiamola qui. Non stai facendo altro che alimentare una polemica sterile e renderti ridicola. Buona serata.
    PS: Usala la puntggiatura ogni tanto! E’ gratis, sai?

  6. @ Melania:
    ah dimenticavo ho ribadito di essere laureata e di seguire un master xkè qualcuno vedendo la data nel nick ha pensato ke fossi falsa e ho semplicemente specisicato ke il nick è di mia sorella,è lei quella ke segue qst blog nn io….

  7. @ Melania:
    Chi ha sottolineato il titolo di studio?sai cos’è la dislessia???sn onorata di far parte della categoria dei dislessici dato ke tra i più celebri figura Galileo Galilei!!!Cmq giudicare la vita di una xsona senza conoscere il suo vissuto è davvero squallido e ad essere “skifata” (che termine forte)sn io…Si nota ke nn leggi cn attenzione xkè sei partita prevenuta nei miei confronti e nn hai fatto caso alla frase in cui dicevo ke c’erano altre motivazioni dietro il mio vekkio stato di salute,tra cui una paresi ke mi ha costretta a letto x sei mesi e un evento tragico nella mia famiglia…La mia professoressa di psicologia dice sempre ke a scatenare un disagio in una xsona è un insieme di causa e nn una sola,….mi sto anke abbassando al tuo livello dandoti qst spiegazioni,cm se dovessi elemosinare la tua comprensione….il fatto ke tu metta in dubbio la mia laurea: (se sn laureata?ich denke ja) abbassa molto il livello della tua risposta…mi pare di nn aver offeso nessuo,ma da qst mattina mi attakki senza ritegno,se a differenza tua nn sn prolissa xkè lo spazio è limitato e i concetti preferisco sintetizzarli,se vuoi posso anke usare termini scientifici x parlarti della dislessia tornando al discorso di prima…..

  8. @ fairy87:
    Inferiorità*, avresti*. Si tratta di errori di digitazione.

  9. @ Gabriella:
    Gabriella ti posso comprendere in pieno, e forse è quello il motivo per il quale ti sei tanto rispecchiata nelle mie parole. Se però ne siamo uscite, è evidente che siamo ragazze forti, che non si sono lasciate intimorire dalla malattia. Come hai detto anche tu, la questione peso- cibo rimarrà sempre un argomento da trattare con particolare scrupolo; siamo ben consapevoli che continerà ad avere un’influenza sul nostro modo di vivere, ma quello che è realmente significativo è il nostro coraggio, la volontà di uscirne e la forza di avercela fatta. Le ragazze che soffrono di questa malattia devono sapere che non è facile liberarsi dal mostro, e non è semplice neanche riuscire a non cedere alla tentazione di abbuffata una volta che si è guariti; devono però anche sapere che ci sono tante “Gabriella” e “Melania” che ce l’hanno fatta, e questo deve dar loro forza di combattere strenumente, e conquistarsi giorno dopo giorno il proprio fammento di felicità.

    Auguro a tutti buona serata, e spero vivamente che questa diatriba, se pur con toni accesi in alcuni commenti, sia stata motivo di riflessione per molte persone.

  10. @ martina:
    Ciao Martina. Questo è un blog di Gossip, vero,ma ciò non significa che siamo menomate mentali e soggetti incapaci di intavolare una conversazione o un confronto di opinioni. Siamo soggetti pensanti, o almeno lo spero.

  11. @ fairy87:
    Tesoro mio, questo tuo sottolineare l’università, la laurea, il master ti rende ancora più ridicola, sai? Scrivi come una bimba dislessica, il che sarebbe davvero grave se tu possedessi realmente una laurea, oh mon Dieu! Tra l’altro questa accentuazione sposmadica del titolo di studio lascia il retrogusto della complessata d’inferità. Ribadisco con forza il mio pensiero. Tu non hai mai sofferto di anoressia nè hai mai seguito una terapia, perchè se così fosse, non aresti mai la stupidità di ridurre banalmente l’anoressia a una serie di meri commenti o battute sul tuo aspetto fisico. Parli per sentito dire, è palese. Sono schifata. Concludo qui questa diatriba abbastanza sterile e priva di significato.

  12. @ Amaranta:
    Grazie Amaranta!!qualcuno ha capito la serietà del discorso….

  13. @ martina:
    scusa ma se questi commenti ti sembrano troppo pesanti vai avanti e non leggerli,è quello il bello di internet!
    queste ragazze stanno parlando di cose serie,forse non è il luogo adatto ma non si può semplicemente dire “ehy è un sito di gossip fatto per ridere”.. può capitare che a volte ci si allontani dal discorso principale per arrivare a cosa più seri

  14. @ Melania:
    Leggendo ciò che hai scritto mi è sembrato stessi descrivendo me…prima di riuscire ad uscirne in qualche modo anche se in verità non se ne esce mai e bisogna continuare a lottare contro questa voglia di abbuffarsi (tanto dopo vomito) e l’angoscia se dopo non riesci a vomitare abbasstanza e quindi già immagini l’accumulo di peso. Sono più o meno uscita passando da fasi di digiuno settimanale con abbuffata domenicale ad una dieta più o meno equilibrata e quando qualcuno tira in ballo il mio peso in bene o in male è come se mi spingesse a tornare nel baratro.
    E’ ossessione, non mi importa che mi si dica stai bene con questo peso o stai male, non devono tirare in ballo la questione peso con me perchè è come se aprissero la porta. Volente o nolente la questione peso e cibo non passerà mai e rimarrà sempre una mina vagante nella mia vita. Non credo si possa guarire del tutto dai disturbi alimentari perchè non ci si potrà mai disintossicare dovendo nutrirsi e sentir parlare di cibo ogni giorno, devi solo munirti di una forza di volontà spropositata e di un autocontrollo che pochi riescono ad avere.

  15. @ fairy87:
    Vedo ke c’è molta cattiveria e sospetto,nn si skerza cn qst cs e nn mi verrebbe mai in mente di fingermi malata…cm si dice:il sospetto mangia col diavolo nel medesimo piatto!!!

  16. @ martina:
    fairy 87 è il nick di mia sorella,io mi kiamo Monica e di anni ne ho 26….

  17. @ fairy87:
    Domanda: l’ 87 del tuo nick name sta per l’anno di nascita suppongo: come puoi aver già finito l’università e un master??
    cmq ti do un consiglio da psicologa un po’ più grandicella di te: prendi il DSM IV, Asse I e ripassati i 4 criteri per l’ anoressia nervosa.

  18. @ martina:
    Se vengo attaccata mi difendo,i miei studi nn mi rendono meno umana…guarda ora jessica simpson è cambiata e dice di essere finalmente se stessa—

  19. @ Melania:MODERA I TERMINI,NN TI CONOSCO!!!Sai leggere?ho detto ke ho sofferto d’anoressia x cui conosco il problema e il mio disagio nasceva da battute ed altre dinamike ke nn racconto a te,ho sottolineato Psicologia x dire ke forse qualcosina la so dato ke sn laureata e faccio il master,abbassa i toni sei l’unica ke nn ha capito cs voglio dire,ke accanimento!!!Sn guarita dp anni e se hai letto cn attenzione ho detto ke anke qnd si è eccessivamente magri ti mettono alla gogna,il mio era un invito a vivere la vita cm si vuole,senza dar retta alla gente!!Ke kattiveria,nn ti xmetto di dire ke ho trattato la cosa cn superficialità dato ke ci sn passata anke io,e ora qnd vedo qualcuno ke si lamenta x il peso dico,”fregatene” proprio xkè so cs vuol dire andare da uno psicologo ttt i santi giorni,guardarsi allo spekkio e vedere ke il riflesso ti fa sentire a disagio,ke ti odi xkè sai ke ti stai facendo del male ma nn riesci a smettere,sembra ke nessuno possa aiutarti e anke se vuoi mangiare il tuo stomaco si rifiuta,,,,

  20. a me piace così!!!tanta bella roba, super! (Y)

  21. Io seguo Gossippando da un paio di anni e ho sempre apprezzato il fatto che nei commenti si cercasse sempre di non mancare di rispetto agli altri commenti, per 2 motivi: 1.ognuno ha la propria opinione 2. in fin dei conti è un sito per distrarsi e sorridere.
    Ultimamente ho visto invece gente accapigliarsi tramite post per cose banali come il peso di Jessica Simpson o addirittura tirare in ballo la politica. Talvolta leggo delle risposte fuori dai denti e così graffianti che mi stupiscono :-O
    x Fairy87: forse la tua esperienza personale ti fa essere particolarmente sensibile nei confronti dei commenti sul peso.. dato che fai psicologia, impara a dosare meglio le parole e a non prendere sul personale ogni parola leggermente storta. 😉
    Inoltre la persona anoressica non è necessariamente magra e la persona in carne non è necessariamente sana o a suo agio con il corpo (vedi bulimia o binge eating disorder). Chissà, magari Jessica Simpson era più psicologiacamente stabile quando era magra,tonica e in palestra, rispetto a ora che sostiene di stare bene con le sue ciccie strizzate in un abito troppo piccolo per lei.
    Concludo dicendo che all’epoca vidi Newly weds (il reality di Jessica appena sposata con Nick) e sentirla parlare era uno spasso: è troppo viziata, sciocchina, oca. (N)

  22. @ fairy87:
    Scusa, scrivendo rapidamente, talvolta mi perdo alcuni accenti ed apostrofi per la strada. “Un’altra” volevo scrivere, chiedo perdono per la distrazione.

  23. @ fairy87:
    Questo è il commento estratto da una conversazione tra me ed un altra ragazza del blog.

    E’ fuor di dubbio che tu abbia utilizzato le mie parole estraniandole dal contesto in cui sono state scritte, altrimenti avresti compreso il senso del commento.
    A) Io ho citato misure oggettive e universalmente constatabili, quali peso ed altezza, in risposta alla tua affermazione che sostanzialmente escludeva il ritrovo di una forma fisica auspicabile dalla guarigione della malattia, affermazione assai grave questa, perché non si può pensare di stimolare una bulimica a guarire dando per assunto che essa non ritroverà mai più un “fisico al top”, per utilizzare i tuoi stessi termini; non puoi dire ad un’atleta, che ha subito un infortunio temporaneo, che non ritroverà mai più la sua forma fisica ottimale necessaria per gareggiare, perché altrimenti quest’ ultimo non avrà neanche la volontà psichica di tornare a correre! Credi davvero che la tua affermazione possa aiutare una bulimica, la cui vita ruota attorno al cibo e al condizionamento che esso provoca? ERESIA!

    B)Asserisci che il mio motto “VOLERE E’ POTERE” è quello di “un’anoressica, maniaca dell’autocontrollo”; mi domando in che modo tu ne sia uscita dalla bulimia! La bulimia, saprai meglio di me, nasce da un senso di vuoto interno che colmi nella ricerca disperata e smodata di un’ ingente mole di cibo, che in normali condizioni di AUTOCONTROLLO non ingeriresti MAI! L’AUTOCONTROLLO è fondamentale per uscirne, e proprio in virtù di questo, la tua affermazione è nuovamente priva di cognizione di causa. Ho trascorso giorni in cui mangiavo e vomitavo per 5- 6 volte nell’arco di 24 ore; ti risparmio l’elenco di ciò che mangiavo, perché ancora oggi a distanza di mesi il ricordo del “momento dell’abbuffata” mi provoca un dolore lancinante. Me lo sono ripetuto per mesi che VOLERE E’ POTERE, mi sono ripetuta per mesi che il mio autocontrollo e la consapevolezza di me stessa avrebbe alla lunga avuto la meglio su quel mostro indecente che è la BULIMIA; sono rimasta chiusa in casa senza uscire per 6 mesi, si hai letto bene, 6 mesi senza mettere un piede fuori dalla soglia di casa mia, e solo io so che cosa ho attraversato in quei momenti; non ti faccio mistero del fatto che più di una volta ho pensato che sarebbe stato molto più semplice togliermi la vita, nonostante non abbia poi mai tentato concretamente, e per mancanza di “coraggio”, e per quel barlume di AUTOCONTROLLO che ancora mi permeava e che ogni volta mi consentiva di combattere. Le ricadute sono state copiose, la strada per intravedere un getto di luce è stata tortuosa e irta di ostacoli; le lacrime di mia mamma; il viso straziato di mio padre ogni volta che uscivo dal bagno dopo aver vomitato; un fidanzato che, dopo 4 anni e mezzo di relazione, mi ha lasciata quando ne è venuto a conoscenza, augurandomi di morire con due dita in gola; un fratello che non accettava che sua sorella si fosse ammalata; la gente che mormorava e giudicava senza conoscere la mia sofferenza, affermando che i miei erano solo i capricci di un’aspirante velina; amiche che nel momento in cui più avevo bisogno del loro sostegno si sono allontanate, forse per timore di non saper affrontare la situazione, o più palesemente per mancanza di amicizia; le abbuffate nel cuore della notte quando nessuno poteva scorgermi; i giorni di digiuno in cui mi privavo anche di assumere un solo bicchiere d’acqua; le ore trascorse in bagno a vomitare fino a graffiarmi la gola con le unghie e a sputare sangue; il panico che mi assaliva se, dopo aver fatto la mia abbuffata, trovavo il bagno occupato; i sensi di colpa; i buoni propositi: “DA DOMANI NON VOMITO PIU’” che fallivano clamorosamente; la fallace autoconvinzione che ne sarei uscita quando lo avessi desiderato, io non ero malata; le bugie alle amiche in cui fingevo di essere guarita, per essere trattata senza particolari attenzioni; le cene (poche, le evitavo sempre) fuori con gli amici in cui fingevo di mangiare ma tutti si accorgevano che mentivo; le sconfitte; i fallimenti; la cura dalla psicologa, alla quale devo la vita, che inizialmente non accettavo; le zucchine grigliate e scondite che, nell’ultima fase della cura, nel tentativo di riniziare una “sana” nutrizione dai minimi livelli, contavo in maniera maniacale; le crisi di astinenza da abbuffata; i pianti e le urla insopportabili che si ripresentavo ogni qualvolta sentivo che dovevo abbuffarmi, quando percepivo che stavo per cedere; le spese costosissime di “cibo proibito” che facevo di nascosto; le abbuffate che mi programmavo quando ero fuori casa,parimente ad una malata di droga che non vede l’ora di farsi la sua dose, e in ultimo, ma non meno gravi i problemi di salute fisica che ne sono conseguiti. Forse non mi crederai, tuttavia a me quel motto ha salvato la vita, me lo ripetevo fino a stordirmi, sbattevo la testa vicino al muro pur di non cedere al mio non auto- controllo, e tutt’ora ci sono volte in cui ancora devo combattere strenuamente con il mio non self-control, MA NON CEDO PIU’ ORAMAI. La predisposizione psicologica è ancora quella di una che si lascia condizionare dal peso, ma questo mi pare scontato che sia così; dovresti saperlo anche tu che, nonostante se ne esca, il condizionamento rimane, se pur a tinte tenue, con la discriminante distinzione, però, che sei in grado di gestirlo; questo differenzia la malata di bulimia dalla non malata: L’AUTOCONTROLLO, il VOLERE che diviene POTERE, perché comprendi che se non vuoi mentalmente cedere al desiderio irrefrenabile di cibo, PUOI. Comprendi che non sono le abbuffate di cibo quelle che ti faranno guarire e colmeranno il tuo vuoto interiore, bensì le abbuffate di autentico amore altrui, di sedute psicologiche, di amici, di genitori che ti tengono per mano e non ti abbandonano, di rispetto verso te stessa, di sano amor proprio. Dalla bulimia se ne esce! Occorre forza di volontà (ribadisco), persone competenti a livello professionale, ma soprattutto AMORE; sarà l’amore delle persone che vi circondano a farvi credere in voi stessi, a farvi recuperare quell’autostima perduta; saranno loro che insieme a voi sconfiggeranno quel mostro infame che si è prepotentemente impadronito della vostra vita. Siate coraggiose e lottate; non permettete a NIENTE e a NESSUNO di sottrarvi della vostra libertà di vivere, ognuna di noi ha diritto alla sua felicità. Perdona il mio essere prolissa, ma non ho il dono della sintesi.

  24. @ fairy87:
    E’ inutile che sottolinei il fatto di freqentare la facoltà di psicologia. Io faccio Giurisprudenza, e allora? Per comprendere l’italiano e i suo contenuti non è sufficiente essere iscritti all’università! Ormai ci vanno cani e porci. Detto questo, credo che tu stia parlando con la persona sbagliata. Ti allego qui sotto un commento che feci tempo fa a proposito di disturbi alimentari. Forse ti aiuterà. Credo che tua abbia le idee confuse a riguardo: non si diventa anoressiche o bulimiche solo perchè fanno qualche battutina sul tuo aspetto fisico, e non tollero che si dica questo, banalizzando il problema che è prima di tutt una malattia della mente e poi del corpo. Per favore, la prossima volta evita di dire cose di cui non conosci la sofferenza.

  25. @ Amaranta:Ciao Amaranta,si sulla questione del vestito avete ragione xkè sia il colore ke il modello nn rendono giustizia qst nn lo metto in dubbio,è la prima volta ke scrivo in qst blog e ho soltanto voluto esprimere un’opinione….

  26. @ fairy87:
    guarda io sono d’accordo su tutto quello che dici,io l’ammiro perchè riesce a non farsi plagiare da questa mania della magrezza che non è solo di hollywood ma dovunque.Per dirti io sono sempre stata una ragazza “prosperosa” un periodo dimagrii di 6-7 chili a causa di una specie di depressione e tutti dai miei compagni di classe fino addirittura ai professori mi dicevano quanto stessi bene,naturalmente non essendo una perdita “sana” ho ripreso con gli interessi e tutti mi fanno una capa tanta rigiardo il mio peso o ancora più viscidamente fanno delle battute non molto “sottili” e voglio dire io sono normopeso ma per la società di oggi sono grassa!e quindi mi ammazzo con diete e dietine inutili e controproducenti..
    ciò detto penso che lo “sconcerto” generale sia riguardo il tipo di vestiti che indossa soprattutto la taglia…probabilmente lo stesso vestito ma di una taglia più grande le sarebbe stato meglio

  27. @ Melania:
    Oh Melania ti ringranzio x il consiglio cerkerò di fare esercizio leggendo filastrokke o altro tra una lezione di psicologia e l’altra!!!senza dubbio la Simpson era molto carina nel video “these boots are made for walking” un corpo davvero xfetto:nn naturale xò,dato ke era frutto di ore estenuanti di palestra e una dieta a base di pesce ed assenza di carboidrati!!La simpson in un programma ke conduce attualmente su mtv ha affermato di essere stata male in quel periodo xkè lei è naturalmente robusta e ingrassa facilmente e i media la voleva magra,mentre ora si sente naturale e nn più sotto pressione.Senza dubbio la scelta del suo look fa discutere,ma se ora si sente a suo agio xkè la contestiamo?sua sorella Ashley è stata criticata xkè troppo magra sempre su qst blog,ergo….Io ho sl detto ke ognuno è libero di essere ciò ke vuole,nn ho parlato di anoressia o altro,nn ho sposato una causa…ho sl espresso il mio parere parlando anke del mio vissuto e tu in maniera sgarbata mi hai attaccata senza sapere nulla…Ho sofferto di disturbi alimentari proprio xkè la gente mi diceva ke ero ingrassata e se c’è un argomento di cui proprio nn voglio parlare è l’anoressia xkè si parla molto ma nn si sa nulla a riguardo!!

  28. @ fairy87:
    Guarda che nessuno qui ha inneggiato all’anoressia! Prima di parlare forse dovresti fare qualche esercizio di comprensione testuale per poi rispondere e commentare. E’ ovvio che nessuno qui la condanni per il suo peso, ma non travestiamoci da falsi moralisti, ti prego; la Simpson stava meglio con un fisico più asciutto, è impossibile negarlo. Ti vorrei ricordare, tra le altre cose, che aveva un fisico molto atletico, non era anoressica, che è cosa ben diversa. Sono poi d’accordo con Stella quando dice che probabilmente dovrebbe anche cercare di vestirsi in una maniera più consona alle sue nuove forme; credo che la si apprezzerebbe di più senza dubbio.

  29. @ fairy87: guarda sul fatto che ognuno dovrebbe essere libero di vivere come vuole mentre la società ci critica sempre, hai perfettamente ragione. personalmente sono solo stupita dal cambiamento della simpson visto l’ossesione maniacale di hollywood per la magrezza estrema. tutto qui :-))) bye

  30. Io veramente nn capisco cosa ci sia di male nell’essere “in carne”,e ki vi dice qst è una taglia 38 x cui nn parlo in difesa della “mia categoria”…Solo ke mi sembra un atteggiamento ipocrita fare battaglie contro l’anoressia e le taglue standard e poi criticare una xsona “ex magra” ke ha messo su qualke kg..La gente purtroppo parla troppo e a sproposito…Io personalemente sn sempre stata magrissima poi x un problema di salute serio ho dovuto prendere il cortisone ke mi ha fatto mettere su 10 kg (quindi da 43kg pesavo 53 kg)ttt quelli ke mi conosciamo mi dicevano “cm sei ingrassata”io x lo stress emotivo ho xso di 13 kg ed ora mi dicono “sei troppo magra,anke più di prima”…Ora voglio dire ma cs vuole la società?sei sei formosetta sei out,se sei magra sei un cattivo esempio…ma x favore ognuno è libero di vivere cm vuole….A me la Simpson piace anke così,prima si ammazzava di diete e palestra,ora se nn vuole più farlo sn problemi suoi…Bravaaaaaaaaaaaaaa (Y)

  31. Melania scrivi:

    Mamma mia, ma l’hanno gonfiata col compressore lei? Peccato però, era tanto carina prima. Comunque ricordiamoci che sono star di Hollywood; oggi ingrassano, domani sono più in forma di prima.

    Già… 😉 Tra poco questa ritorna in forma+ di prima 😉

  32. sembra più dolce ora… dovrebbe strizzarsi di meno, ma non sta male

  33. non credo sia incinta, più che altro mi sembra stra gonfia! o davvero magna come un toro o è il risultato di qualche cura disintossicante! bah! cmq è irriconoscibile! :-O

  34. Maremma maiala, quanta abbondanza!

  35. Stellavellutata // 27 agosto 2010 alle 00:58 //

    oh mio dio! passi la forma fisica persa, se non ha piu voglia di passare la vita a torturarsi con diete e palestra fa bene a non farlo ma deve assolutamente cercare un look che la valorizzi di piu! e ovvio che i vestiti con cui stava bene prima ora non le stanno piu bene, deve trovare il modo di vestirsi in accordo con le sue nuove forme, sarebbe molto piu carina e eviterebbe l’effetto ‘volgarotta al ballo’ (esattamente come dovrebbe fare mariah!) Non credo sia incinta cmq

  36. bò….non sembra neppure lei!!!!

  37. Mamma mia, ma l’hanno gonfiata col compressore lei? Peccato però, era tanto carina prima. Comunque ricordiamoci che sono star di Hollywood; oggi ingrassano, domani sono più in forma di prima. 😉

  38. sta mangiando come un mulo!

commenta questo gossip