ULTIMI GOSSIP & NEWS

Il red carpet di chiusura e tutti i vincitori del 5° Festival di Roma

Si è concluso ieri il  Festival di Roma, il  Festival Internazionale del Cinema che sembra essersi consacrato come la buona alternativa del più longevo e accreditato Festival di Venezia, con molti fim stranieri in concorso e tante star arrivate per fare promozione. E questa edizione tra i vari premi consegnati ha visto il cinema italiano uscirne con un solo premio, quello migliore attore al bravissimo Toni Servillo e per la sua interpretazione nel film ‘Una Vita Tranquilla’. Gli altri premi principali consegnati dalla giura internazionale presieduta da Sergio Castellitto sono andati come migliore film a Kill Me Please’ di Olias Barco, come migliore attrice a tutto il cast femminile di ‘Las Buenas hierbas’ , e altri premi speciali a ‘Hævnen – In a Better World di Susanne Bier, Poll di Chris Kraus,  e una targa del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a ‘Dog Sweat’ di Hossein Keshavarz. (tutti i premi all’interno)

Non potevamo perderci l’ultimo red carpet della rassegna, anche se a giudicare dalle poche presenze ‘stellari’ ci sembrava un tantino  sottotono, con la totale assenza di star internazionali, che invece avevano partecipato nei giorni scorsi. E oltre alla padrona di casa Claudia Gerini, che ha presentato la cerimonia della consegna dei premi, c’era tutta la giura internazionale, la presidente della Regione Lazio Renata Polverini,  Luca Zingaretti e il fratello Nicola e Presidente della Provincia, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, la ‘Ministra’ delle Politiche Giovanili Giorgia Meloni, Virna Lisi e molti altri, immortalati sia durante la cerimonia che nel dopo premiazione, durante una cena in un ristorante romano.

I PREMI ASSEGNATI DALLA GIURIA INTERNAZIONALE

Una giuria internazionale presieduta da Sergio Castellitto e composta dalla giornalista e scrittrice Natalia Aspesi, il regista Ulu Grosbard, lo scrittore Patrick McGrath, il regista Edgar Reitz e la direttrice del Museo della Arti Multimediali di Mosca Olga Sviblova, ha giudicato i film in Concorso nella Selezione Ufficiale. La giuria internazionale ha assegnato:

– Premio Marc’Aurelio della Giuria al miglior film: Kill Me Please di Olias Barco

– Gran Premio della Giuria Marc’Aurelio: Hævnen – In a Better World di Susanne Bier

– Premio Speciale della Giuria Marc’Aurelio: Poll di Chris Kraus

– Premio Marc’Aurelio della Giuria al miglior attore: Toni Servillo per Una Vita Tranquilla

– Premio Marc’Aurelio della Giuria alla migliore attrice: tutto il cast femminile di Las Buenas hierbas

– Targa Speciale del Presidente della Repubblica Italiana al film che meglio mette in rilievo i valori umani e sociali: Dog Sweat di Hossein Keshavarz

IL PREMIO ASSEGNATO DAL PUBBLICO

Attraverso un sistema elettronico, il Festival ha previsto la partecipazione di tutti gli spettatori all’assegnazione del Premio Marc’Aurelio del pubblico al miglior film – BNL in Concorso nella Selezione Ufficiale. Il pubblico ha assegnato il:

– Premio Marc’Aurelio del Pubblico al miglior film BNL: HævnenIn a Better World di Susanne Bier

IL PREMIO ASSEGNATO AL MIGLIOR DOCUMENTARIO PER LA SEZIONE L’ALTRO CINEMA | EXTRA

Una giuria internazionale di documentaristi , diretta da Folco Quilici e composta da Anna Glogowski, Villi Herman, Alexandre O. Philippe e Kayo Yoshida, ha assegnato il:

– Premio Marc’Aurelio al miglior documentario per la sezione L’Altro Cinema | Extra: De Regenmakers di Floris-Jan Van Luyn 

IL PREMIO ASSEGNATO DALLA GIURIA ESORDIENTI

A partire dall’edizione 2010, in collaborazione con il Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri, viene attribuito il Premio Marc’Aurelio Esordienti. Il nuovo riconoscimento intende premiare il miglior regista o il miglior interprete del film, alla sua opera prima. La giuria composta da Andrea Piersanti (presidente), Valentina Carnelutti, Claudio Giovannesi, Uliana Kovaleva e Giampaolo Rossi, ha assegnato il:

– Premio Marc’Aurelio Esordienti: Kaspar Munk per Hold Om Mig

I PREMI ASSEGNATI DALLE GIURIE DI RAGAZZI

Ai film in concorso nella sezione Alice nella città sono stati attribuiti due premi Marc’Aurelio Alice nella città. I vincitori sono scelti da due giurie, una composta da ragazzi dagli otto ai tredici anni e l’altra dai quattordici ai diciassette, appositamente selezionate tra pubblico e scuole. Le due giurie di ragazzi hanno assegnato il:

– Premio Marc’Aurelio Alice nella città sotto i 12 anni: I Want To Be a Soldier di Christian Molina

– Premio Marc’Aurelio Alice nella città sopra i 12 anni: Adem di Hans Van Nuffel

IL PREMIO MARC’AURELIO ALLA MEMORIA DI SUSO CECCHI D’AMICO

La quinta edizione del Festival ricorda con uno dei suoi premi ufficiali la sceneggiatrice italiana, scomparsa lo scorso 31 luglio.

PREMIO MARC’AURELIO ALL’ATTORE – Il Festival ha assegnato il Premio Marc’Aurelio all’attore a Julianne Moore.

fonte| Roma Cinema Fest –  Zimbio – Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images Europe

2 Commenti su Il red carpet di chiusura e tutti i vincitori del 5° Festival di Roma

  1. Stellavellutata // 7 novembre 2010 alle 01:57 //

    che donna Virna Lisi, bellissima e di un fascino infinito. E sempre cosi elegante! una vera diva, altro che la Eckberg..
    Non avevo riconosciuto Claudio Gerini coi capelli cosi scuri. ha messo su un bel sederotto…è una di noi, evvai!
    Il resto lascia un po’ il tempo che trova, io i ‘divi’ italiani proprio non li concepisco come tali. La Marina pacchianissima, sempre con lo stesso abito e che palle quel bracciale al braccio. L’accompagnatrice di Nicola Zingaretti e la Margareth Mazzantini mi sembrano due befane.
    non commento la sciura col completo verde smeraldo, il cashetto alla Carrà, le scarpe da befana (pure lei!!) e gli occhiali da sole di notte..sembra atterrata direttamente da Marte!

  2. Mio dio ma c’è gente NO COMMENT!!! La Marini fa paura, inquietante! Castellitto lo amo, ha un fascino quest’uomo secondo me.. Poi trovo sia un attore sorprendentemente bravo. Virna Lisi è LA CLASSE, L’ELEGANZA fatta persona. Chi meglio di lei puo’ rappresentare l’Italia? Altro che Sophia Loren e Monica Bellucci secondo me.

commenta questo gossip