ULTIMI GOSSIP & NEWS

Jovanotti racconta a Vanity Fair del dolore per la scomparsa della madre

In piena promozione per il nuovo cd ORAin uscita domani 25 gennaio dopo il primo estratto  ‘Tutto l’amore che ho’,  Lorenzo Cherubini in arte Jovanotti torna sulla copertina di Vanity Fair  per il nuovo numero in edicola da mercoledì 26 gennaio. E l’artista italiano oltre a raccontare della sua ultima fatica discografica, nata dopo 9 mesi di ‘gestazione’ con 15 tracce assolutamente dance (25 nell’edizione deluxe) e della quale si dice felicissimo “come se avessi 16 anni”, parla per la prima volta della madre, morta da 2 mesi, e alla quale ha dedicato tutto il nuovo album.

Un Lorenzo a cuore aperto che descrive il dolore per la scomparsa più dolorosa della sua vita, dopo quella del fratello morto qualche anno fa in un brutto incidente. Una perdita che l’ha ispirato e gli fa dire ‘Ciao Mamma’ in copertina seppur per gli ovvi scopi puramente promozionali. E all’interno potete leggere qualche stralcio dell’intervista prima di poterlo fare direttamente sulle pagine patinate della rivista italiana o sul sito di VanityFair, dove trovate anche il video del backstage che racconta la nascita di “La bella vita”, uno degli inediti di ORA, realizzato con gli artisti africani Amadou e Mariam.

Questo disco è impegnato, ma nel senso in cui la musica lo deve essere: nell’intento di far star bene la gente”. Jovanotti ricorda che a 14 anni, quando ha cominciato a fare musica, uno dei suoi intenti era “far ridere la mia mamma, sapere che era orgogliosa di me, alleviarle un po’ la sua fatica di dover tirare su quattro figli – e se ci penso adesso che lei non c’è più questa cosa assume un senso ancora più profondo”.

Com’è, senza di lei? “Da quando tre anni fa è morto Umberto mio fratello. 

Mia mamma è morta un po’ anche lei. Qualcosa è crollato e io mi sono ritrovato ad avere a che fare con una mamma che non era più una mamma, ma un essere ferito, che non riusciva nemmeno più a piangere. Ma adesso, averla persa davvero, mi dà un dolore fisico. Perché anche se non era più lei, c’era fisicamente.

La andavo a trovare, l’abbracciavo – una cosa che non ho mai fatto da ragazzino – e lei odorava di mamma. Negli ultimi tempi non parlava più, non apriva nemmeno più gli occhi, ma c’era. E io adesso devo fare i conti col fatto che non c’è più ed è una cosa che non ho ancora elaborato.

 E la cosa più bella che è successa in questi ultimi tempi della sua vita è che lei e il babbo erano ritornati a essere una coppia. Per tanti anni sono stati il babbo e la mamma e basta, ma alla fine sono tornati a essere loro due. Quando la mamma è morta c’era solo lui lì con lei, come i due fidanzati che erano stati.

Avrebbero festeggiato 50 anni di matrimonio qualche giorno dopo”.

Foto e news UFFICIO STAMPA: Mara Vitali Comunicazione –  www.mavico.it

2 Commenti su Jovanotti racconta a Vanity Fair del dolore per la scomparsa della madre

  1. Uh mi spiace l’ho visto prima in tv e si e’ commosso quando parlava della madre :-(

  2. che storia triste e commovente allo stesso tempo quella dei genitori…
    sec me la perdita della madre è la cosa peggiore che ti può capitare nella vita (dopo quella di un figlio dice mia madre)…

commenta questo gossip