ULTIMI GOSSIP & NEWS

Amy Winehouse muore a 27 anni: RIP ‘Miss Rehab’!

Un altro talento musicale, sprecato dietro le droghe e alcool muore a 27 anni e come avevano fatto purtroppo prima di lei artisti diventati poi dei miti quali Jimi Hendrix, Janis Joplin, Jim Morrison e Kurt CobainAmy Winehouse è stata trovata oggi pomeriggio morta in un appartamento a Camden Square, nel nord di Londra, e seppure ci siano ancora incertezze  sulla dinamica della sua tragica morte si dice per causa di un’overdose droghe, si sopetta ecstasy, e comprata dalla stessa cantante da spacciatori locali, ma attendiamo dettagli dall’autopsia.

La talentuosa artista inglese dunque non ha vinto la sua battaglia personale con le dipendenze e cattive abitudini che la tormentavano ormai da anni e che l’avevano fatta entrare ed uscire continuamente dalle rehab e gli ospedali e senza che fosse mai riuscita a restare sobria e sana per molto tempo. La sua ultima esibizione risale solo a poco più di un mese fa quando lo scorso 18 giugno durante un suo infausto concert0 a Belgrado, aveva ancora una volta fatto una pessima esibizione, cantando completamente ubriaca e troppo fatta per stare in piedi e di fronte a circa 20 mila persone che l’avevano fischiata (video all’interno).

E pensare che solo pochi mesi fa aveva terminato l’ennesima cura per disintossicarsi ma a quanto pare nulla è servito a Miss Rehab, che proprio di quella sua famosa canzone aveva fatto uno stile di vita e che purtroppo l’ha portata alla morte! RIP Amy !

Una morta annunciata più volte dagli amici che avevano più volte manifestato il tragico presentimento che Amy  si ”stesse uccidendo con l’alcol”, come ha detto un amico al Daily Telegraph:

”Quando beve e’ totalmente fuori controllo. Amy e’ sempre fuori controllo per la vodka: tre volte in una settimana era ubriaca da perdere i sensi’. 

Non doveva proprio finire così e una notizia del genere sulla dissacrante cantante dalla ‘cofana’ e ballerine ai piedi non avremmo voluto proprio darvela e vogliamo ricordarla con la canzone che la lanciò nell’olimpo delle star ‘Rehab’ e con l’ultima apparizione, quella del 20 Luglio quando all’iTunes Festival di Londra fatta per presentare la sua ‘figlioccia’ Dionne Bromfield (video sotto).

la sua famosa hit ‘Rehab’

la brutta esibizione di Belgrado il 18 giugno

l’ultima apparizione all’Itunes Festival il 20 luglio

fonte| Ansa - Corriere della Sera

36 Commenti su Amy Winehouse muore a 27 anni: RIP ‘Miss Rehab’!

  1. Stellavellutata // 2 agosto 2011 alle 12:15 //

    @ Milla:
    Mi dispiace per la tua perdita, dico davvero e senza polemica. Io invece sono stata dall’altra parte, ho avuto dei problemi (non di droga) e penso che ne sarei uscita molto prima se le persone non si fossero sentite in diritto di giudicarmi e farmi pesare le mie difficoltà. A volte non è solo la mancanza di volontà il problema, a volte per quanto desideri uscirne e cambiare..beh non ce la fai, non ne hai i mezzi. Si chiama debolezza questa? forse si, è debolezza ma non siamo tutti uguali e se qualcuno non ce la fa o è debole, che diritto hanno gli altri di affossarlo dicendogli che “se l’è cercata”, che “è una delusione” etc etc? Venisse solo dai famigliari poi, sarebbe dura ma comprensibile. E’ che di fronte a una persona sofferente e con dei problemi, tutti (perfino gli estranei) si sentono in diritto di dire la loro (quando va bene) e di insultare (quando va male)! Buon per loro che non hanno mai dovuto toccare certi fondi, ma proprio perchè non sono mai stati in certi inferni chi dà loro il diritto di parlare??

  2. @ Stellavellutata:
    No cara, io capisco il cinismo proprio perchè una persona a me cara non c’è più e non le perdono il fatto di essersene andata, di aver buttato nel gabinetto la sua vita, sono cinica? forse….o forse semplicemente non accetto persone perennemente deboli e insoddisfatte e incredibilmente egoiste che non pensano nemmeno per un momento al vuoto e al dolore che potrebbero causare a chi le ama!

  3. Stellavellutata // 29 luglio 2011 alle 17:01 //

    @ Milla:
    grazie per il penosa, ricambio con gli interessi! la verità? si mi ci sento migliore di te e non per la laurea (quelle sono cazzate, era solo per rendere piu incisivo e simpatico il commento) ma perchè ci vuole poco a sentirsi migliori di una che davanti alla morte tragica di una ragazza di 27 anni (che fosse famosa o meno) tira fuori questa cattiveria e questo cinismo. Ma per me non lo capisci proprio quanto sono agghiaccianti i tuoi commenti, purtroppo non lo capite.

  4. @ Stellavellutata:
    Ogni volta tiri fuori la tua quasi-laurea in psicologia, forse ti senti migliore e più sicura delle tue opinioni, forse pensi di poter psicanalizzare chi commenta beh io trovo te penosa,IO penso che non sia stata una morta tragica , ma un suicidio annunciato e le persone così non meritano il mio rispetto, è la MIA opinione, siamo in democrazia e posso dire quello che penso senza nascondermi dietro ad un finto buonismo…
    Io in passato ho fatto delle scelte sbagliate, delle cazzate, non sono perfetta e sono la prima ad ammetterlo, proprio per amore della mia vita, della famiglia, degli amici sono cambiata, quindi come puoi vedere non sono bigotta e senza esperienza

  5. @ Roxanna:
    vero Ross (Y)

  6. @ Stellavellutata:
    Qualcuno tanto tempo fa disse: “Chi di voi è senza peccato scagli la prima pietra”…Il brutto è che c’è gente convinta di essere la perfezione fatta persona, senza mai un momento di debolezza, quindi in diritto di giudicare gli altri. Per questa gente bisogna provare tanta ma tanta pena…

  7. Stellavellutata // 26 luglio 2011 alle 00:13 //

    @ martina:
    malattie di serie A e serie B? per te meglio parlare e raccogliere fondi per Alzheimer, Huntington, Parkinson, Aids che di tossicodipendenza, dca, alcolismo, depressione etc etc? Ti manderei a fare un giro in un centro per le dipendenze, giusto a sentire un paio di storie e poi ne riparliamo. Poi ci fai sapere se dal tuo punto di vista è ancora una perdita di tempo parlare di una tossica persa, se sarebbe meglio parlare di ‘malattie di serie A’.
    ah che brutta bestia l’ignoranza

  8. Stellavellutata // 26 luglio 2011 alle 00:09 //

    Peccato, prima di tutto perchè era una ragazza di 27 anni. Poi per il talento sprecato e perchè è stata una morte annunciata, ma d’altronde la motivazione a salvarsi doveva essere lei a trovarla..la morte l’ha battuta sul tempo.
    Da laureanda in psicologia, sui commenti agghiaccianti che ho letto qui dico solo che Freud e tutto il cucuzzaro avrebbero molto più da dire su chi li ha lasciati che su una come la Winehouse. Una persona che di fronte a una storia tragica tira fuori questo cinismo nascondendosi dietro la scusa del ‘non sono buonista’, una persona che per sentirsi dal lato giusto del mondo e non dover fare i conti con le proprie di schifezze si mette a denigrare chi per forza di cose è in una posizione di svantaggio (era malata ne piu ne meno di un bambino con la leucemia, troppo semplicistico ‘dire se l’è cercata’) beh lascia molto a pensare….(e non in positivo). Detto non da laureanda: siete penosi!!

  9. Se l’è cercata nella misura in cui non è riuscita a venirne fuori, in fondo la vita era sua e ogniuno ha diritto di vivere e mettere fine alla sua vita nel modo che più crede giusto o per decisione del destino. Però leggere che se lo è meritata mette tristezza. In fondo non ha ucciso o fatto male a nessuno se non a se stessa, perchè mai avrebbe meritato di morire? Non ha avuto rispetto per la vita? Non ha avuto rispetto per la sua di vita, se mai. E’ morta di overdose, di solitudine, di depressione, di crepacuore, di anoressia…è morta per un mix di queste cose. E’ morta Amy, una giovane donna come dalle mie parti un’altra ragazza suicida, madre di 2 bambini piccoli, era depressa perchè non accettava la separazione dal marito, s’è ubriacata, riempita di sonniferi e impiccata…Nemmeno lei ha avuto rispetto per la sua vita (e per quella dei suoi figli) e non era migliore di Amy Winehouse, quella che per tanti ha meritato una così brutta fine.

  10. amy, sono incazzato con te!

  11. x martina:

    capisco il tuo discorso ed è lo stesso che fanno molte persone quando succedono queste cose.
    Lo comprendo,ma permettimi di dire una cosa però:è facile essere empatiche e sensibili davanti ad un bambino malato di leucemia o un giovane che viene ucciso da un ubriaco al volante o altri avvenimenti tristi e dolorosi di questo tipo.Più difficile secondo me è però capire i deboli,le persone fragili.C’è gente che ha una grande solitudine e disperazione dentro e a volte non ne ha motivo o forse sì(sinceramente non conosco la biografia di questa cantante,non so ad esempio se aveva una famiglia presente e amorevole);fatto sta che queste persone entrano in un vortice di autolesionismo terrificante e non riescono ad uscirne.L’alcool,la droga,i disturbi alimentari io li considero malattie,malattie della mente ed è a volte IMPOSSIBILE uscirne,anche se ti fai curare nei migliori centri.La disperazione ti mangia vivo e odi talmente te stesso che non ti frega niente se diventi pelle e ossa(e lei lo era diventata,non si poteva guardare)o ti imbottisci di droghe o di alcool e poi vomiti l’anima.
    Tutto questo discorso per dirti che la pena e il dolore per le persone che tu prima hai giustamente citato è enorme,ma lo è per me anche per queste persone così INFELICI che si riducono a morire così.

  12. @ Milla:
    c’è ed infatti è sotto .. ;-) guarda…ma quando supera la pagina dei 10 si vede dopo..tranqui…. :-D

  13. Per tutti quelli che hanno criticato la freddezza e la durezza delle mie parole e di altri che la pensano come me: io sono una persona mooooolto sensibile ed empatica, di mestiere ho scelto di aiutare chi ha bisogno e comprendo la tristezza della morte di Amy W. Il mio primo pensiero è stato per la sua famiglia che sarà distrutta dal dolore.
    Il punto è che al mondo ci sono persone “normali” (non vip) che si ammalano (malattie fisiche e mentali, non nego la tragedia dell’anoressia e dell’alcolismo), queste persone hanno famiglia, figli, coniugi, lottano per guarire, soffrono, e talvolta muoiono. Vedo gente che sconvolge la propria vita per seguire il proprio bambino ammalato; genitori che distruggono la propria esistenza a causa del figlio tossico; ho provato anche sulla mia pelle l’esperienza di cari malati seriamente.
    Amy aveva la possibilità di farsi curare alcolismo e anoressia dai migliori specialisti del mondo, nei migliori centri del mondo, di cambiare vita, di mollare tutto e andare a vivere, che ne so, alle Barbados, e incidere albums da laggiù..
    Non volevo essere cinica e spietata, ma non sopporto nemmeno il falso buonismo. Se fosse morta di leucemia o tumore o morbo incurabile, allora non avrei usato gli stessi termini, anzi, mi sarei unita al vostro cordoglio. Ma è un dato di fatto che nemmeno 1 mese fa la vedevamo sul palco ubriaca e drogata, che è morta di overdose e che rifiutava l’aiuto di chiunque da anni e anni. Nessuno merita di morire, ma l’attenzione per questa morte, potrebbe essere impiegata per parlare di malattie che non trovano cure e fondi per la ricerca, quali Alzheimer, Huntington, Parkinson, Aids, per nominare per più famose in assoluto.

  14. Perchè non c’è il mio ultimo commento???

  15. @ maddi:
    miseri esseri??? ma che cazzo vuoi? chi ti credi di essere?
    IO ho il massimo rispetto della vita e se una persona come Amy butta nel cesso il suo talento IO non provo nè pena nè dispiacere.
    Siamo artefici del ns. successo o insuccesso e ne dobbiamo pagare le conseguenze, nel bene e nel male, se questa si è imbottita di droghe e alcool e muore a 27 anni, scusami ma francamente non sono stupita! Non sono ipocrita, non scrivo come molte persone “o come mi dispiace” “una persona con un talento eccezionale, ma com è possibile?” etc.
    Adesso diventerà l’idolo di molti, siete dei pecoroni, da viva non la consederavate, ora che è morta…beh è una grande!!! ma andate a quel paese

  16. la tossicodipendenza è una malattia… può iniziare per gioco e per voglia di divertirsi, per noia, incoscienza, vizio, tutto quello che volete, ma quando arriva a certi livelli mettetevi in testa che è una malattia, la ricerca di aiuto (sbagliato) del fragile, la voglia di farsi male, un suicidio programmato… povera Amy, probabilmente diventerà un mito, aveva tutti i numeri per essere una grande cantante, ma le è costata cara…

  17. @ Aredhel:
    ah ma pure io la penso come te ……di fronte alla morte e un talento sprecato è sempre un dolore ;-(

  18. Aredhel è la rivincita dei mediocri… che vedono buttate via delle doti che non avranno, quindi una schifosa invidia li fa godere per quella che considerano la giusta punizione.. sono mostri che non sanno di esserlo! Spero che questi miseri esseri abbiano una lunga vita di c…a !!!!

  19. Julia83 grazie a dio c’è gente che la pensa come te!che cosa orribile da dire”una tossica in meno” “se l’è cercata”….l’empatia sta sotto le scarpe eh?mi cadono le braccia,sul serio

  20. Ammazza ragazze,che freddezza…”una tossica in meno da imitare”,”non provo pena” ecc…io mi auguro che non pensiate davvero queste cose.
    Non credo che questa ragazza da bambina sognasse di finire così,di morire da sola dopo essersi distrutta con droghe e anoressia.C’è solo disperazione e solitudine nella vita di persone che finiscono come lei e a me vengono i brividi solo a pensarci.

  21. Tossica o no, è sempre un essere umano….e mi dispiace tantissimo ;-( adoro la sua musica….spero che trovi un pò di pace adesso (F)

  22. Una delle voci più peculiari e all’ avanguardia: solo in Italia ha dato il via alle due imitatrici (del tono di voce, non altro) Giusy Ferreri e Malika Ayane… Mi dispiace che sia morta, ma non per lei, per la famiglia e per chi le voleva davvero bene… Concordo con chi dice che fosse una drogata e alcolizzata e che se l’è cercata, ma è ancora più assurdo che nel 2011 e con le sue possibilità, non abbiano trovato il modo di aiutarla. boh?

  23. C’era da aspettarselo….era una tossica e io non provo pena.

  24. Sarò cinica ma l’unico pensiero che mi viene in mente è una tossica in meno da imitare!

  25. Me l’aspettavo….ma sono comunque dispiaciutissimo… ;-( Più ci ripenso e più mi rincuora che Britney abbia saputo fermarsi nel momento giusto….altrimenti avrebbe fatto la fine di Amy… :-(

  26. io non sono mai stata una sua fan ma mi dispiace tantissimo ;-( soprattutto perchè era giovanissima e aveva un gran talento, ma si sa chi entra in questo tunnel oscuro non sempre ne esce vincitore ;-( Amy spero che almeno lì troverai la pace (W)

  27. pandina86 // 24 luglio 2011 alle 00:21 //

    Che peccato mamma mia ;-( anche io ci sono rimasta davvero male,anche se purtroppo si conoscevano le sue fortissime dipendenze…
    Purtroppo neanche la sua più grande dote è riuscita ad aiutarla ad uscire da un tunnel così nero e infame…. ;-(
    Arrivederci Amy… ;-( (F)

  28. @Marianna figurati rispettiamo il tuo parere, ma io direi lo stesso se si parlasse di una delinquente e senza alcuna dote come invece era la sua voce agli esordi!! Innegabile che era unica e solo Adele e’ riuscita ad oscurarla!! Per quanto mi riguarda a me spiace tanto per un talento del genere e una vita sprecata così ..certo solo per colpa delle sue debolezze e per sua mano!!

  29. Un talento pazzesco, spazzato via dalla propria autodistruzione..quante volte abbiamo assistito a questa scena?
    Mi dispiace tantissimo e provo anche io rabbia: possibile che nessuno sia riuscito ad aiutarla, a indirizzarla verso qualcosa di costruttivo?
    Voci come la sua non ce ne sono. Punto. R.I.P Amy.

  30. marianna // 23 luglio 2011 alle 23:52 //

    Solo io non provo dispiacere? Se le cercata, fine. Scusatemi se vi offendo, ma questa è la mia opinione.

  31. Oddio che brutta brutta cosa!! Ricordo ancora lo special su E! dove i suoi genitori raccontavano di quanto fossero fieri del talento e del successo della propria figlia,e di quanto speravano nella sua vittoria sulle droghe!Speranze ormai volate via…così come a 27 anni è volato via un talento pazzesco,ma soprattutto una giovane vita!! ;-( R.I.P Amy (W)

  32. Quando ho sentito la notizia non volevo crederci!come si puó morire così,sotto gli occhi di tutti ….è troppo troppo triste!nel 2011 non dovrebbero succedere queste cose cazzo

  33. É sempre tragico quando muore una persona tanto giovane ..lei fa rabbia perché era giovane e talentuosa.. è lo spreco piú terribile che possa esistere..che riposi in pace, almeno ora

  34. @ Clara ho pensato proprio le stesse cose !! CHE RABBIA :(

  35. Che talento sprecato veramente, una delle voci più interessanti degli ultimi dieci anni, lo dico anche perché sono una sua fan e aspettavo il suo terzo album…Per u brevissimo periodo sembrava migliorata con l’aiuto dei suoi genitori invece…Era una morte preannunciata ormai, ma mi ha scossa lo stesso, era così giovane e se avesse avuto veramente la forza, la determinazione e l’amore per la vita e l’arte che faceva avrebbe sconfitto la tossicodipendenza da droghe e alcool… Che rabbia, no pena, ma rabbia perché non ha voluto affrontare e sconfiggere quello schifo! R.I.P Amy (W) ;-(

  36. :( ma Ke peccato
    Ke brutta fine :(

commenta questo gossip