ULTIMI GOSSIP & NEWS

Coming out di Zachary Quinto: dopo il suicidio di un adolescente gay

Si aggiunge anche Zachary Quinto (34) alla lista di star americane che ammettono di essere gay e dopo che lo lo scorso anno durante un’intervista al famoso New York Times aveva detto di non voler discutere sulle sue scelte sessuali! Un coming out il suo arrivato dopo il suicido di un adolescente di Buffalo (NY) vittima di bullismo, come ha spiegato direttamente sul suo blog ufficiale, scrivendo “Quando ho saputo che Jamey Rodemeyer si era ucciso, mi sono sentito profondamente turbato. Ho sentito la disperazione indescrivibile“.

Il moderno dottor Spock di ‘Star Trek’ del 2009 esce allo scoperto anche se negli ambienti in merito c’erano già tanti dubbi, e lo fa con il massimo della semplicità e sperando che possa contribuire alla lotta dei diritti degli omosessuali anche nello stato di New York dove è accaduta la tragedia del giovane gay, e continua dicendo  “Il fatto di dichiarare di essere gay  è solo un piccolo contributo all’immenso lavoro che ancora rimane da fare per far sì che ci sia l’uguaglianza e scompaiano le discriminazioni”.  Ben fatto Zachary e speriamo che come lui lo seguiranno ancora altre star gay che continuano a nascondersi! Dobbiamo fare un nome? Basta leggere il prossimo articolo e…capirete!

E queste altre parole della sua ‘confessione’:

Come uomo gay guardo quel che accade e vedo solo disperazione ma come essere umano mi domando ‘Perché? Dove stanno le differenze, perché non possiamo come cultura e come società fare una analisi approfondita per analizzare quel che accade. Siamo terrorizzati di fronte a noi stessi.Credo nella possibilità di poter cambiare la nostra società ed è mia intenzione farlo!

fonte| People ZimbioZachary Quinto Official

4 Commenti su Coming out di Zachary Quinto: dopo il suicidio di un adolescente gay

  1. Non capisco il senso di fare coming out dopo l’annuncio di un ragazzino, per un fatto di rispetto avrebbe dovuto aspettare un periodo di calma invece di sfruttare questa onda mediatico-emotiva.

  2. Quando si è adolescenti molte cose sembrano ostacoli giganti, mi spiace tanto per il ragazzo, non riesco nemmeno a immaginare quanto abbia sofferto per arrivare a ciò. I bulli ci sono sempre stati e ci saranno sempre, sti stronzetti!!!

    Zachary mi piace molto come attore e l’orientamento sessuale di certo non cambia il suo modo di recitare….che mondo strano!!

  3. C’erano i dubbi perchè la gente è sempre curiosa di sapere cosa fanno gli altri in camera da letto. Ci si impicciasse di meno dei fatti altrui, ci sarebbero stati meno dubbi. Bisogna valutare le persone in base al loro talento, al loro lavoro e alla loro vita in generale e non in base al loro orientamento sessuale. Senza giudicare.

  4. Stellavellutata // 17 ottobre 2011 alle 14:00 //

    tutti dovremmo impegnarci per cambiare la nostra società: ragazzini che si tolgono la vita disperati perchè il mondo li perseguita per il loro orientamento sessuale? lo trovo vergognoso, incomprensibile e tremendamente ingiusto..non è il mondo che vorrei per un mio eventuale figlio. ;-(

commenta questo gossip