George Clooney al Congresso americano: contro il genocidio in Sudan

Nella nostra personale classifica di star americane preferite è decisamente scalato di molti posti dopo la faccenda dell’ennesima fidanzata ‘presa’ forse solo per le apparenze appena finita la storia con la nostrana Elisabetta Canalis. Ma sul suo impegno umanitario, oltre che di quello professionale ovviamente, nulla si può dire a .

E ieri l’attore era a Washington per lanciare l’allarme di fronte al Congresso americano sulla crisi umanitaria in atto in Sudan, appena tornato proprio da quei posti dove ha potuto vedere con i suoi occhi i reati commessi dal presidente sudanese, Omar el Bashir reo di crimini di guerra.

Ricevuto alla Commisssione Esteri del Senato l’attore ha descritto la situazione tragica tra il confine fra Sudan e Sud Sudan verso le montagne del Nuba, dove ha visto villaggi bruciati e la popolazione che tentava di rifugiarsi nelle grotte per salvarsi la vita.

Come pare sia capitato anche a lui a causa di un razzo lanciato da un aereo come ha mostrato con un video girato durante la sua permanenza in questi posti (all’interno). E questa iniziativa arriva dopo quella svolta a favore del Darfur, e con ‘Enough Project’ creato con John Prendergast  che era anch’esso presente all’evento. Complimenti a George per il suo impegno!

In serata poi l’attore, e l’amico e co-fondatore del progetto umanitario, erano tra gli ospiti esclusivi arrivati alla Casa Bianca per il party organizzato dal Presidente e in onore della visita in America del premiere inglese David Cameron e consorte. Gala al quale c’era anche l’editor di Vogue America la ‘tremenda’ (63) con il boyfriend Shelby Bryan (66), il potente produttore di Hollywood con la designere di gioielli e giovane moglie Georgina Chapmam, l’affascinante attore star della serie ‘Luther’ e molti altri invitati.  

il video del reportage di Clooney

fonte|Daily Mail  - Zimbio – Photo by Kris Connor/Getty Images North America

2 Commenti

  1. Stellavellutata scrive:

    Ho perso stima per Clooney, ma sul suo impegno umanitario tanto di cappello. Quella in Sudan è veramente una questione che richiede attenzione internazionale. Bravo George!
    Bellissima Michelle, inguardabile come sempre quello stoccafisso della Wintour

  2. Omg scrive:

    (Y) grande George

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

CLICCA QUI PER SIMPATICHE EMOTICONS by LR