ULTIMI GOSSIP & NEWS

Visita ai rifugiati tra Siria e Giordania per Angelina Jolie

Dove ci sono dei rifugiati Angelina Jolie corre, e ieri accompagnata dall’Alto Commissario per i Rifugiati Antonio Guterres è andata a far visita ad un altro campo, quello di Za’atri tra la Giordania e la Siria. 

E come accade ogni volta che compare in prima linea per le iniziative dell’UNHCR, ente del quale è da anni ambasciatrice, anche in questa occasione la compagna e futura moglie di Brad Pitt era molto scossa della situazione in cui oltre 250.000 siriani di trovano rifugiati lontano dalla loro terra natia (foto e video all’interno).

Come riporta infatti oggi l’Alto commissario Onu per i rifugiati (Unhcr) 253.106 profughi siriani sono stati registrati o sono in attesa di esserlo in Giordania, Libano, Iraq e Turchia.

E come tradizione l’attrice ha incontrato la stampa per sensibilizzare la sua causa a favore di queste povere persone che sono dovute scappare per motivi politici dalla loro nazione e ha riferito commossa e con le lacrime agli occhi:

E’ stata un’esperienza tanto pesante, perché spesso c’è la possibilità di fare visita a questi campi, ma raramente incontri queste persone proprio quando stanno attraversando il confine, nel momento in cui diventano dei rifugiati.

E’ in quel momento che perdono per sempre la loro casa, la loro educazione, tutto ciò che avevano. E io ho chiesto ad un di loro “Cos’hai portato con te?” e lui mi ha risposto “Questa maglietta.”

Come non rattristarsi ed apprezzare che la star tra la sua stupenda famiglia e il lavoro dedichi tutto il suo restante tempo a tali lodevoli inziative, non vi pare?

 il video dal sito ufficiale dell’Ente umanitario

fonte|Daily Mail  – UNHCR

4 Commenti su Visita ai rifugiati tra Siria e Giordania per Angelina Jolie

  1. STRAORDINARIA (Y)

  2. Quoto Ciccia e Stella e aggiungo che, oltretutto, è sempre bellissima

  3. Stellavellutata // 12 settembre 2012 alle 21:17 //

    La ammiro davvero per il suo impegno, dalla Siria arrivano racconti e immagini terribili e parlare con chi è fuggito da una vera e propria strage di innocenti non dev’essere una cosa così facile. (Tra l’altro, piccola parentesi seria, una volta tanto c’è da essere fieri del nostro Paese: i primi aiuti internazionali alla Siria sono stati inviati dalla Croce rossa italiana e da pochi giorni due volontari della CRI sono partiti da Roma)
    Che gambine magrissime che ha questa donna! :-O

  4. questa si che è una donna (Y)
    grande (L)

commenta questo gossip