ULTIMI GOSSIP & NEWS

Cory Monteith aveva doppia vita: morto per overdose eroina-alcool

A quanto pare Cory Monteith è morto a 31 anni proprio per quelle dipendenze da droga e alcool alle quali seppure avesse provato con la rehab non aveva mai realmente rinunciato.

E ieri la conferma di tutti i dubbi sulla sua improvvisa morte dello scorso 16 luglio è arrivata dal British Columbia Coroners Service, che ha stabilito che la causa è stata un overdose di eroina e alcool. Una vita la sua divisa tra luce e ombre!

Un morte accidentale per un mix tossico che gli è stato letale e che riprova quanto l’attore non avesse mai smesso di fare uso di sostanze stupefancenti e alcoliche, seppure aveva anche frequentato di recente anche riunioni dell’alcolisti anonimi.

E secondo fonti a lui vicine viveva praticamente una doppia vita, sobrio a Los Angeles e sul set di ‘Glee’ e completamente ‘stravolto’ e preso dalle sue ‘cattive abitudini e frequentazioni’ quando tornava a casa in Canada, proprio come ultima volta (foto sotto).

Nulla era servito dunque il periodo in rehab ad aprile, quasi ‘costretto’ dalla fidanzata Lea Michele e dalla produzione della serie, che erano seriamente preoccupati del suo stato di dipendenza dall’eroina con il quale lottava ormai da adolescente.

 E proprio l’attrice che devastata da quel giorno si è chiusa nel suo dolore, in lutto con la famiglia di Cory, ha fatto sapere ancora tramite il suo portavoce:

Lea è profondamente grata per l’affetto e il supporto che ha ricevuto da famiglia, amici e fans. Da giorni sta piangendo la morte di Cory con la sua famiglia. Si stanno facendo forza a vicenda per resistere insieme dopo questa perdita terribile.

Dobbiamo continuare a chiedere alla stampa di rispettare la sua privacy e quella della famiglia di Cory.

Insomma un’altra brutta storia finita con il peggiore degli epiloghi, ma speriamo che serva a chi invece lotta ancora con certe dipendenze stellari e riesca magari a salvarsi.  

E l’ultimo scatto che lo vede protagonista sembra proprio descrivere questa sua vita oscura e ‘piena di luci’, foto che gli aveva scattato il cugino Richard Monteith proprio qualche ora della sua improvvisa scomparsa.

Lo stesso che poi è andato il giorno dopo fuori dell’albergo dove era morto a piangerlo e lasciare dei fiori, come hanno fatto tanti altri fans e concittadini. Riposa in Pace Cory e che tu sia tranquillo finalmente ovunque tu sia!

fonte|People1/ Daily Mail  – 2

9 Commenti su Cory Monteith aveva doppia vita: morto per overdose eroina-alcool

  1. Stellavellutata // 18 luglio 2013 alle 20:45 //

    mi dispiace molto per lui e per tutti quelli che cadono in queste terribili dipendenze

  2. @Lia ah ok :-)

  3. @ Isa-B:
    Dici a me? Se sì forse è perché ho riportato lo stesso mio commento scritto su un altro sito di gossip (deve’essersi copiato, oltre al commento, anche un link) Chiedo scusa, non me ne ero accorta (:

  4. vedi non basta 1 mese per uscire dal tunnel della droga….anche lindsay lohan quante volte è entrata e uscito dal rehab?????ha passato più tempo gli dentro che nei set!!!!
    però in questi ultimi giorni ho visti dei video su youtube e cory sembrava davvero un ragazzo gentile, cioè una faccia pulita che sinceramente mi aveva colpito la notizia quando lui annunciò che voleva entrare al rehab, peccato davvero

  5. tutto previsto e che peccato :Cry-Out: certo purtroppo è vero ‘chi è causa dei suoi mali pianga se stesso’ peccato che Cory lo piangeranno parenti e cari :Cry:

  6. @Lia mi spiace molto e hai ragione soprattutto se teniamo conto che una brutta malattia ci arriva senza scelta, la morte per droghe ed altro arriva per scelte e pure tanto sbagliate :(…..
    ma una cosa non mi è chiara :S perchè ha messo link di un altro sito di gossip …che ovviamente ho tolto :-)

  7. @ Lia:
    quoto tutto quello che hai detto… e mi dispiace per tua sorella.. (L)

  8. Lungi da me dire “gli sta bene”. Aveva un problema che non è riuscito a superare, e non è meno grave.
    Però c’è gente che muore senza volerlo. Per malattie o disgrazie.
    Mia sorella dopo due anni sta cercando di superare la morte di quello che sarebbe dovuto essere, dopo una settimana, suo marito; ma che quel figlio di pu**ana del cancro si è portato via.

    Ripeto, non penso gli stia bene, ma non sono in grado di dire “Poverino”.
    La banalità “La vità è una sola godiamocela al meglio” è sì una banalità, ma vera come poche cose.
    Nascere in salute e per la propria coglionaggine morire, è un insulto per colore che hanno lottato per vivere e non sono riusciti a causa di “terzi” (che sia una malattia o un ubriaco al volante).

    Per il resto mi spiace per lei ed i parenti che si colpevolizzeranno per non essere stati in grado di aiutarlo.

  9. :( che pena ma come si può ?? farsi di eroina in questi anni e’ proprio da idioti (N) RIP purtroppo doveva saperlo che finiva così :S

commenta questo gossip