ULTIMI GOSSIP & NEWS

Kylie Minogue si scopre (e in tutti i sensi) per GQ

La popstar ricrea posa come la Coppertone - La mini-diva australiana considerata anche come una “Madonnina”, nel senso di versione light di Louise Veronica Ciccone in quanto 6-7 centimetri e qualche milione di dischi di differenza, si è scoperta e in tutti i sensi per l’ultimo numero di GQ Italia in edicola dallo scorso 26 luglio.

Kylie Minogue (46)  dopo 27 anni di carriera, un nuovo album di inediti (Kiss me once) uscito in marzo e alla vigilia di un tour che partirà il 24 settembre da Liverpool, ha molte cose da raccontare sul complicato mondo dello show-business e su quello, più grande e ancora più complicato, nel quale viviamo tutti.

E raggiunta a Sidney è stata fotografata da  Steve Shaw che le ha fatto ricreare quella posa resa celebre dalla pubblicità della Coppertone sulla riva del mare scattata nel 1950 e come in passato avevano già fatto altre star (vedi sotto).

Intervista durante la quale la postar si è aperta e tra le tante cose ha parlato anche del periodo più brutto della sua vita, quando le fu diagnosticato un tumore e dovette curarsi.

E questi alcuni stralci della parole riferite:

Per il tour c’è molta attesa. Forse sono entrata nel campionato dei Rolling Stones: anche per loro i dischi sono meno importanti dei live.

Guardando il video di Sexercise, c’è chi ha commentato che sembro una di 46 anni che vuol essere sexy come una ragazzina. Ma non è così. Sono una di 46 anni che vuol essere sexy come una di 46 anni. È meno facile. È una sfida. Credo che gli uomini siano consapevoli che una donna che ha superato i 40 sa il fatto suo. Anche più di molte 25enni…
Alcune dive di oggi si mostrano tanto. Io amo la sensualità, e penso che mostrarsi in modo più sottile ti dia più potere. Le fantasie possono essere molto potenti. Ma naturalmente ogni donna può fare quello che ritiene, io di sicuro non mi metto a giudicare. In effetti in questi anni siamo passati di livello, mettiamola così.

Quando dieci anni fa mi hanno comunicato che avevo un tumore, mi sono fermata e mi sono dedicata a curarmi. E devo dire due cose. Una è che forse – certo, mi manca la prova contraria – chi fa un lavoro come il mio, si sente sempre spinto a ricacciare l’ipotesi di un cedimento fisico, nervoso, di qualunque tipo.

Visto che non ti puoi permettere cedimenti quando stai bene, continui con quell’atteggiamento quando stai male. Però c’è anche da dire un’altra cosa: me l’avevano messa giù un po’ più rosea.

La chemioterapia e la radioterapia mi hanno profondamente provata. Ma se ho dato coraggio a qualcuno, facendo vedere che si può essere femminile e sexy anche dopo il cancro, forse è una cosa che posso mettere accanto a un disco di platino.

Sempre tanto deliziosa seppure la poca fantasia di questa copertina, no?

fonte ufficio stampa Edizioni Condé Nast – Daily Mail

2 Commenti su Kylie Minogue si scopre (e in tutti i sensi) per GQ

  1. Stellavellutata // 1 agosto 2014 alle 09:04 //

    sempre tanto carina lei anche se in questa foto di copertina sarà sicuramente photoshoppata. Hahahaha la foto di Jim Carey mi ha fatta morire

  2. Bah :O in compenso mi piacciono le due parole 😉

commenta questo gossip